Le nozze di Arlecchino


SAT



Teatro ricerche
Via dei Telari, 47
Monte Romano
Email



Le nozze di Arlecchino

Tradizione e innovazione

LuogoContinente: Europa
Paese: Italia
Luogo: Monte Romano Teatro Comunale
Indirizzo: Strada Statale 1bis Via Aurelia, 85, Monte Romano, 01010
Città: Monte Romano
Distretto: Viterbo
Contea: Provincia di Viterbo
Stato/Provincia: Lazio

Dettagli eventoAbstract:
Spettacolo "Le Nozze di Arlecchino"

Descrizione:
Le Nozze di Arlecchino

Il canovaccio in chiave contemporanea si ispira a un favolello della letteratura francese del secolo XIII inerente ai riti nuziali, nel quale Arlecchino sposa la Fata Morgana. Ma la sequenza scenica del canovaccio cerca di ripercorrere, attraverso l’improvvisazione degli attori, anche la tradizione, la poesia e la magia di una rappresentazione teatrale dal titolo “Jeu de la feuillèe”, scritta da Adam de le Hale (poeta, giullare e musicista) nel 1276, in occasione del Calendimaggio o di un’altra festa avente uguale carattere propiziatorio. Tale rappresentazione riguardava il convito delle fate: a un tratto si ode un suono di campanelli, che annuncia l’approssimarsi della masnada di Arlecchino, e i personaggi che agiscono sulla scena vorrebbero, per la paura, scappare in casa. Arriva Croquesot (primo servo di Re Arlecchino), il corriere-buffone, e poi appare la fata Morgana col seguito di altre due fate, Arsilla, buona e benefica, e Magloria, cattiva e dispettosa. Croquesot reca alla regina delle fate il messaggio d’amore di Re Arlecchino, e la fata lo incarica di salutare il suo signore: in questa notte fatidica avverrà l’incontro dei due personaggi del mondo sotterraneo, dalla cui unione sarà assicurata l’abbondanza delle messi e la fortuna della comunità. Lo sviluppo del soggetto della nostra storia parte dalla tradizione per ricomporre l’analisi ironica del rapporto di “coppia”, inteso non solo come gioco a due delle maschere demoniache, ma anche come conflitto interno al gioco di coppia uomo – donna nel quale gli opposti, le attrazioni, le distensioni, le malizie e le sporcizie, generano la lite atavica e inevitabile per la sopravvivenza delle proprie individualità.
 
English text

The marriage of Harlequin
  
The play is concerned with a banquet of fairies prepared under a green gazebo typical of the Breton tradition. Suddenly, the sound of bells is heard, it announces the approaching of the band of Harlequin, and now all the characters on stage would like, for fear, to run home. Croquesot arrives, the courier-jester (first servant of king Harlequin), and then fairy Morgana appears followed by the other two fairies, Arsilla, good and beneficial, and Malgoria, bad and mischievous. Croquesot brings to the queen of the fairies a love message from King Harlequin, and the fairy instructs the servant to greet his master: during this prophetic night the rendezvous of the two characters takes place in the underworld, from this union, abundant crops and luck for the community will be assured. The development of the subject of this story departs, as a pretext, from the tradition in order to re-compose an ironic ‘study’ of love relationships that are intended not only as a two player game between demoniac masks, but also as a conflict internal to the game of the man-woman combination. These games of opposites, attractions, relaxations, malice and dirt generate the atavistic quarrel inevitable for the survival of one’s own individuality.  

 


Tipo di evento:
- Spettacolo

URL: www.teatroricerche.com
Inizio: 24/02/2019 Fine: 24/02/2019

Dettagli organizzazione Mario Gallo
info@teatroricerche.com

MAP

back